cisternaninfeo

La cosiddetta Cisterna – Ninfeo della Valle della Caffarella, situata nei pressi di via Latina a pochi metri dall'ingresso di Largo Tacchi Venturi, è finalmente tornata visibile.
Domenica 17 gennaio è stata aperta al pubblico  dopo i lavori di recupero e restauro in occasione della Festa degli animali 2016, alla presenza della Presidente della Camera dei deputati, On. Laura Boldrini e dell'Assessore all'Ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri.
Il manufatto è una delle strutture idrauliche che ancora oggi connotano il paesaggio della Valle della Caffarella, databili fin dall'età romana repubblicana, testimoniano il precoce utilizzo del ricco patrimonio di acque sorgive di questo territorio, da sempre caratterizzato da una spiccata vocazione agricola e residenziale.
Dopo anni di abbandono è stata resa di nuovo visibile grazie all'intervento realizzato dal Parco Regionale dell'Appia Antica nell'ambito del POR 2007/2013, Cultura dell'Acqua.
I lavori di restauro e messa in luce di questo e altri manufatti idraulici sono stati realizzati in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, proprietaria dei beni, e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, competente per la tutela.
Nel corso dei lavori è stato possibile approfondire lo studio  della Cisterna – Ninfeo che in realtà era un serbatoio, alimentato da un acquedotto o da un serbatoio più grande. La struttura a pianta rettangolare di metri 7,10 x 9.15, rivestita di cortina laterizia, è conservata per un’altezza massima di m. 3.50 circa. La copertura originaria è crollata ed era costituita da una volta a botte. La tecnica edilizia è ipoteticamente riferibile al III sec. d.C.
La parte sud-orientale è caratterizzata da una sistemazione monumentale costituita da quattro pilastri aggettanti, uniti da tre archi.
Su entrambi i lati brevi erano presenti aperture per l’accesso all’interno della cisterna, realizzate in età moderna quando il manufatto fu usato come abitazione.
Sempre nell'ambito del POR Cultura dell'acqua sono stati recuperati e, via via, sono stati o saranno aperti al pubblico, la cosiddetta Cisterna – Fienile nei pressi della marrana destra, la Cisterna monumentale nei pressi di via Bitinia e i Casali Vigna Cardinali e Vigna Cartoni.
Il percorso di visita alla valle della Caffarella si presenta oggi come uno straordinario viaggio nel tempo attraverso scorci intatti di campagna romana e preziose testimonianze storiche archeologiche disseminate lungo i percorsi facilmente accessibili a piedi e in bicicletta, e la Cisterna-Ninfeo è una delle 15 tappe del Sentiero dell'Acqua lungo è possibile ricostruire il racconto di tanta bellezza.


Festa animali2015

Nel giorno di San'Antonio Abate, protettore degli animali, l'Ente Parco organizza come ogni anno una grande festa per sottolineare la grande importanza degli animali domestici nella vista quotidiana delle persone.
La Festa che si svolge nell'area manifestazioni della Caffarella ha come evento centrale la Santa Messa che si conclude con la Benedizione degli animali. Per cani, gatti, uccellini, cavalli, pecore, asini (per citare solo quelli sempre presenti nelle passate edizioni) è una giornata da protagonisti.
Previste visite guidate, attività per bambini, dimostrazioni di agility dog, stand informativi e prodotti tipici della Campagna Romana.
Possibilità spuntino per l'ora di pranzo presso la Casa del Parco. Falò di Sant'Antonio e musica. Vieni anche tu ci divertiremo.
Pubblica le foto della giornata su Instagram con #festadeglianimali2016 l'autore della foto che avrà avuto più like entro domenica 24 gennaio 2016 alle ore 12 verrà ricontatto da @parcoappia e potrà partecipare gratuitamente a 4 visite guidate del Programma Primavera 2016. Valle della Caffarella.
Ingresso Largo Tacchi Venturi, Metro A Colli Albani – Parco Appia Antica
Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotazioni pranzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zonatrafficolimitato
Il regalo di Natale per l'Appia Antica è arrivato il 31 dicembre. A questo punto speriamo che il 2016 sia veramente l'anno della svolta sul fronte della mobilità e della sicurezza lungo l'asse dell'Appia Antica a partire da Porta San Sebastiano.
Raffaele Clemente, il Comandante della Polizia di Roma Capitale ha scritto all'Ente Parco e all'VIII Municipio proponendo, nei giorni festivi, l'adozione di una ZTL sul modello di quelle in vigore a San Lorenzo e Trastevere. Una soluzione che permetterebbe secondo Clemente di ottemperare al rispetto dell'Ordinanza che prevede la chiusura al traffico privato e la domenica e i giorni festivi e che di fatto non viene più applicata per mancanza di risorse da destinare ai turni straordinari della Polizia Municipale, incaricata di controllare i varchi.
La mobilitazione dei cittadini a favore della pedonalizzazione dell'Appia, sostenuta da Ente Parco e Municipio VIII, culminata con la manifestazione del 20 dicembre 2015 promossa da Salvaciclisti Roma, comincia a dare i suoi frutti.
La ZTL potrebbe essere un primo passo verso la pedonalizzazione? Manteniamo alta la guardia.

CaffarellaNuovoLook

La Valle della Caffarella sì è rifatta il look.
Nel corso tra la fine di ottobre e il 24 dicembre 2015 l'Ente Parco ha realizzato alcuni lavori di bonifica del verde e di sistemazione dei percorsi dando nuova luce anche ai monumenti. Il Colombario Costantiniano, la Torre Valca e il Ninfeo d'Egeria ora sono visibili nella loro interezza e possono essere meglio osservati nel loro contesto naturale da una migliore prospettiva.
Un'ottima occasione per scoprire o riscoprire la Caffarella, polmone verde della Capitale, scrigno di biodiversità e corridoio biologico per la fauna selvatica tipica delle aree verdi periferiche urbane. Insomma una spicchio di vera Campagna Romana ad un Km in linea d'area dal Colosseo.
Visitare la Caffarella a piedi in bicicletta è semplice: chi arriva con la Metro A fermata Colli Albani - Parco Appia Antica trova la Casa dal Parco, chi arriva con il 118 o il 218 trova Centro servizi Appia Antica.
In entrambi i casi informazioni, mappe e nolo bici garantiti. Buon divertimento!

Condividi

Torna su