Lettera  da un parco  aperto alla città

 

Carissimi,

tutti stiamo vivendo un momento in cui mai come ora dobbiamo  aiutarci con grande senso di responsabilità. La nostra vita è cambiata da quando è iniziata questa durissima battaglia contro il virus e secondo le previsioni delle autorità sanitarie c’è il rischio costante che i casi di contagio possano ancora aumentare.Anche il più innocente dei nostri gesti, infatti, oggi può trasformarsi in un potenziale pericolo.


Sempre più Sindaci in tutta Italia, come  Autorità Comunale di Protezione Civile, hanno   firmato ordinanze di chiusura di tutti i parchi, giardini pubblici e aree verdi con o senza recinzione e, disponendo il divieto di ingresso e di stazionamento all’interno degli stessi fino al 3 aprile incluso.

Dopo aver ricevuto numerose segnalazioni di situazioni  che purtroppo sfuggono  ai controlli, dobbiamo mettere in campo tutto ciò che può essere utile e allora abbiamo anche affisso dove possibile dei cartelli sui cancelli, cercando di dissuadere il più possibile dal girovagare nel parco, e non possiamo negare che questa sia anche una battaglia psicologica.La scelta di chiudere i parchi, come ben sapete è una dolorosa restrizione alla quale non possiamo sottrarci. 

Per i bisogni del nostro cane e l’attività motoria all’aperto rimaniamo nei pressi delle nostre abitazioni.Non possaimo fare altro, è il nostro dovere. Dico a tutti: se nei vostri rari e necessari spostamenti vedete delle situazioni di potenziale pericolo, in qualsiasi luogo della nostra città, non esitate a segnalarlo alle autorità.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i guardiparco, stanno svolgendo il loro lavoro con grande spirito di sacrificio, i nostri uffici sono chiusi e raggiungibili solo telefonicamente, ma VI PREGO NON TELEFONATE solo per  ...LE NORME ...etc. Il Virus non legge i decreti!

È importante avere la consapevolezza della gravità della situazione ma senza panico. Ognuno di noi può garantire la sicurezza propria e degli altri. Consapevolezza e sicurezza devono darci la fiducia. La fiducia che ce la faremo, usando testa e cuore, tutti insieme ma distanti!

Alma Rossi, Direttore del Parco Regionale dell'Appia Antica

 

 

Andra tutto bene

 

 ORDINANZA DEL DIRETTORE N° 1/ del 12 Marzo 2020

( Delibera Commissario Straordinario n. 1/2012, Disposizioni per la fruizione della Valle della Caffarella )

 

Emergenza COVID-19: Misure eccezionali di tutela per i fruitori della Caffarella

 

In ottemperanza e in coerenza con i DPCM 9 Marzo 2020 e 11 Marzo 2020 e con le Ordinanze del Presidente della Regione Lazio si dispongono le seguenti misure eccezionali fino alla validità dei decreti sopra citati:

1) Divieto di pic-nic e di barbeque ovunque

2) Inagibilità  delle attrezzature gioco bambini in quanto non garantiscono la distanza minima di sicurezza.

3) Chiusura della Casa del Parco "Vigna Cardinali"

Si ricorda a tutti i fruitori di rispettare le regole di comportamento contenute nei citati decretied in particolare:

a) Evitare gli assembramenti.

b) Evitare raduni nei prati dove dovrà essere sempre tenuta la distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra i singoli individui.

c) Utilizzare sedute, panchine e tavoli e attrezzi ginnici, mantenendo la prescritta distanza di sicurezza.

Premesso che l'autocertificazione per gli spostamenti verrà richiesta anche a chi esce a piedi, si può andare in bicicletta, correre o camminare nel parco purché non lo si faccia in gruppo.
La regola  è rispettare sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone.

Si ricorda  che il mancato rispetto degli obblighi di cui ai citati provvedimenti, prevede la sanzione di cui all'art. 650 c.p. e comportamenti non conformi possono addirittura configurare ipotesi di reato, quali quelle di cui all'art. 452 c.p. (delitti colposi contro la salute pubblica).

Il Direttore Alma Rossi

Io Resto acasa

AVVISO 

 

In aderenza alle misure previste nel D.P.C.M. del 09/03/2020 , si informa che l’Ente ParcoRegionale dell’Appia Antica fornisce informazioni all’utenza prioritariamente per via telefonica otramite e-mail:

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria Ente Parco 065126314 dal lunedì al venerdì, la mattina dalle 9.30 alle 13.30.

Servizio Tecnico Urbanistico( Arch. Antonella Vettori cell. 3204210456 )

Servizio Tecnico Agricolo, Naturalistico, Manutenzione del Territorio( Dott. Agr. Andrea Buzi cell. 3204210450; Dott.ssa Elisabetta Bonafede cell. 3204210423)

Servizio Comunicazione ed Educazione Ambientale( Dott.ssa Francesca Mazzà cell. 3204396019)

Servizio Guardiaparco 065115107 (Dott. Guido Cubeddu cell. 3295396756; Dott. Alessandro Matone cell. 329 5396757)

 

volpe faq

In attuazione delle misure previste dalla Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 1/2020 e della nota Regione Lazio - D.R. Affari Istituzionali, Personale e S.I. prot. 179826/2020, si dispone che il ricevimento del pubblico presso gli uffici dell’Ente Parco Regionale dell’Appia Antica, stante anche le condizioni logistiche della sede dell’Ex Cartiera Latina, avvenga su appuntamento e con le modalità previste dalla richiamata nota regionale.Rimane valida ogni possibilità di contatto con gli Uffici dell’Ente tramite via telefonica 06 5126314 o e-mail.

Inoltre in attuazione in attuazione del DPCM dell'8 marzo 2020 restano chiusi fino al 3 aprile il Casale dell'ex Mulino, la Biblioteca della Cartiera Latina, la Casa del parco e il Centro Servizi Appia Antica e sono, purtroppo, annullate anche tutte le visite e gli eventi in programma finoa nuova comunicazione.

Leggi la circolare della Regione del 10 marzo 2020

 

 

 

 

volpe normativa ambientale

Condividi

Torna su