biglietto auguri 2010


Anche quest'anno i due principali punti di accoglienza del Parco saranno aperti durante le feste di Natale. Uniche chiusure previste il 25 dicembre e l'1 gennaio in coincidenza con le chiusure delle aree monumemtali. 
In particolare la Casa del Parco sarà aperta dal 22 all'8 gennaio (escluso in caso di pioggia) e il 24 e il 31 dicembre solo dalle 9.30 alle 13. 
Il Centro Servizi Appia Antica che sarà aperto con orario regolare offre uno sconto del 20% per il noleggio delle biciclette. La promozione sarà attiva fino al 28/02/2018, per usufruire dello sconto è necessario inserire il codice promozionale: winter2017 al momento della prenotazione attraverso il sito: https://www.infopointappia.it
Il nolo bici presso Acquedotti in caso di bel tempo aprirà di nuovo il giorno della Befana. 

Tutti gli altri Punti Informativi riapriranno regolarmente ai primi di marzo.
Il Casale dell'ex Mulino sarà aperto ancora il 16 e 17 dicembre, poi riaprirà ai primi di febbraio con nuovo orario settimanale. Nel periodo di chiusura per visite guidate per gruppi di almeno 8 persone è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Buone feste a tutti! 

volpe normativa ambientale

 

E' stato pubblicato oggi sull'Albo pretorio il Bando di gara a procedura aperta per l'affidamento in concessione del Servizio di Tesoreria dell'Ente Parco regionale Appia Antica per il periodo 2018-2022. 
Le offerte dovranno pervenire al protocollo dell'Ente via Pec, pena esclusione, entro e non oltre le ore 12 del 5 gennaio 2018.
L'apertura delle offerte è prevista per il 18 gennaio 2018, presso la sede dell'Ente. 

Determina contrarre, Bando, Disciplinare, Modulistica, Schema convenzione. 

pastorizia urbana

Il Parco Regionale dell'Appia Antica organizza tra il 23 e il 26 novembre la II Edizione del Seminario Internazionale di Pastorizia Urbana e Periurbana, tema di quest'anno le relazioni possibili tra itinerari di transumanza, patrimonio culturale e valorizzazione turistica. In effetti, le vie di transumanza sono state l’ossatura della viabilità antica in Europa; oggi il riconosciamo di questi percorsi storici come itinerari culturali offre, oltre alle irrinunciabili esigenze di conservazione di un patrimonio identitario comune, anche interessanti opportunità a fini didattici, culturali e turistici. 

Nell’ambito della II Edizione del Seminario sono previsti, oltre allo spazio dedicato al dibattito in aula, momenti di discussione per la stesura di note programmatiche, proiezioni commentate di documentari, escursioni guidate sui territori rurali e periurbani del Parco Regionale dell’Appia Antica, nonché momenti conviviali finalizzati al consolidarsi delle relazioni e degli scambi personali. In particolare vorremmo proporre, alcuni momenti di confronto e di riflessione sullo stato dell’arte della pastorizia estensiva semi-brada praticata in ambito peri-urbano, sulle criticità e sulle difficoltà oggettive con cui si misurano quotidianamente i pastori e gli allevatori. Ci sembra in effetti che la condizione preliminare indispensabile per la conservazione del patrimonio culturale della pastorizia transumante sia proprio riuscire a garantire la sopravvivenza di questa pratica, sfruttando tutte le potenziali sinergie oggi offerte dalla contaminazione con la cultura urbana ma soprattutto attraverso un riconoscimento istituzionale delle peculiarità di questo tipo di allevamento che formi il presupposto per una normativa specifica a sostegno del settore.

Il Seminario è patrocinato dall'Arsial, Agenzia per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura della Regione Lazio. 

Hanno già confermato la loro partecipazione: Antonio Rosati, Presidente di Arsial Lazio; Carlo Hausmann, Assessore all’Agricoltura della Regione Lazio; Mario Tozzi, Presidente del Parco Regionale dell’Appia Antica; Josefa María Mesa Mora, Responsabile per il Patrimonio storico di Tenerife; Miguel Ángel Clavijo Redondo, Direttore generale del Patrimonio culturale del Governo delle Canarie; Felipe Monzón Peñate, Coordinatore del Forum UNESCO presso l’Università de La Laguna di Tenerife; José Juan Cano Delgado, Geografo PhD, Professore presso Uned di Tenerife; Fabrizio Santini, Responsabile della Carta Europea Turismo Sostenibile del Geopark UNESCO delle Colle Metallifere della Toscana; Kjell-Åke Aronsson, Direttore del Museo Áttje di Cultura del Popolo Sami; Barbro Santillo Frizell, Accademia di Svezia di Roma, Professore Emerito presso Università di Uppsala, che da anni studia le radici culturali della pastorizia estensiva con particolare riferimento al racconto del mito e della tradizione orale; Gabriella Bonini, Referente scientifico della Biblioteca - Archivio “Emilio Sereni” di Gattatico (RE).

Venerdì 24  novembre e sabato 25 novembre gli appuntamenti per il pubblico. 

 

 

Appiainfabula 2017

Un intrattenimento unico nel suo genere, per riconnettere il pubblico adulto all'ascolto attivo di storie
Una manifestazione culturale per valorizzare e far conoscere il territorio del Parco Regionale Appia Antica attraverso il racconto dei miti, leggende, storie e biografie dei grandi personggi ad esso collegati Una programmazione internazionale di Storytelling unica nel suo genere in Italia
Un modo per connettere i giovani dell'era virtuale con le arti perfomative tradizionali , la cultura orale e i beni ambientali in maniera dinamica, coinvolgente ed interattiva
A Roma le perfomance d'avanguardia escono dal circuito dei teatri-cantina e si integrano nel territorio, ponendosi in armonia e a servizio del patrimonio archeologico ed artistico della Capitale, in maniera non ivasiva, ma coerente con la vocazione storica, culturale ed artistica della citta`

 
La sera del 31 Ottobre, la Passeggiata Nera, evento itinerante in occasione dell'equinozio d'autunno - festa celebrata in epoca romana in onore delle divinità Cerere, Plutone e Proserpina e conosciuta al grande pubblico contemporaneo come “notte di Halloween” - aprirà ufficialmente la stagione di Storytelling presso il Parco Regionale dell'Appia Antica, che quest'anno ha ottenuto il contributo della Regione Lazio per lo Spettacolo dal vivo, con il progetto Appia in Fabula. 
Manifestazione unica nel suo genere in Italia che prevede una programmazione sistematica di eventi di Storytelling (narrazione orale improvvisata) in linea con gli standard e le iniziative analoghe già presenti in Europa e in America. Il progetto e`volto a promuovere il patrimonio ambientale ed archeologico del Parco attraverso eventi incentrati sull'arte del racconto tradizionale. 

Arte perfomativa autonoma e riconosciuta a livello internazionale come categoria a se` stante nel parnorama culturale contemporaneo, lo Storytelling prevede il convolgimento attivo del pubblico partecipante agli eventi e una relazione “personale” e coinvolgente fra artisti e fruitori.
Dopo 8 anni di collaborazione fra la Compagnia di Storytelling Raccontamiunastoria e l'Ente Parco Regionale Appia Antica nell'organizzazione di sporadici eventi di Storytelling presso il territorio del Parco, che hanno visto crescere nel tempo il seguito e l'apprezzaento di pubblico e stampa (registrando in molte occasioni il tutto esaurito), per la prima volta il pubblico di Roma potra` godere di una programmazione sistematica e continuativa di eventi di Storytelling appositamente studiati per il territorio e supportata dalla Regione Lazio.
Un cast d'eccezione di artisti nazionali e internazionali portera` il meglio del proprio repertorio legato all'arte della narrazione orale in una delle abientazioni piu` suggestive di Roma, in un ricco programma culminante a Giungo nell`ottava edizione del Festival Internazionale di Storytelling Raccontamiunastoria, evento che rappresenta l'eccellenza italiana nel settore, apprezzato e conosciuto nel panorama culturale del racconto tradizionale di tutto il mondo. Da Novembre a Giugno, con la cadenza di minimo un evento al mese, sara` possibile assistere a suggestive perfomance di Storytelling che faranno assaporare al pubblico il fascino del racconto orale, dai miti dell'antica Roma - restituiti secondo i canoni dell'oratoria Romana - alle leggende popolari, dalle biografie di grandi personaggi storici agli interventi degli artisti internazionali che proporranno il meglio della tradizione orale dei propri Paesi di origine.
Non mancheranno le co-produzioni internazionali e la programmazione in doppia lingua (Italiano-Inglese) Numerosa sara` la partecipazione al progetto di giovani artisti e talenti emergenti, sia Italiani che internazionali, per una proposta culturale che si pone come alternativa alle proposte perfomative gia` attive nella capitale, offrendo eventi che costituiscano al tempo stesso un'occasione di svago e un'opportunita` di scoprire il territorio e approfondire la conoscenza del patrimonio della tradizione orale ad esso legata. Lo Storytelling e` riconosciuto dall'Unesco come “patrimonio immateriale dell'Umanita`”, e il 2018 e` stato dichiarato dall'Unione Europea “anno del patrimonio culturale tradizionale.

Il progetto Appia in Fabula si pone in armonia con queste direttive e presenta una programmazione di altissimo livello artistico e culturale firmata dalla direzione artistica di Paola Balbi e Davide Bardi, artisti riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo e autorita` indiscusse del settore in Italia. La programmazione della stagione, con particolare concentrazione di eventi in occasione del Festival Internazionale di Storytelling Raccontamiunastoria, prevede eventi specifici per tutte le eta`, ma particolare enfasi e` posta nell'offerta per il pubblico adulto, come da manifesto del movimento internazionale dello stortyelling Revival, che si propone di riportare la fruizione delle storie a livello transgenerazionale e a scardinare l'erronea percezione che il repertporio della tradizione orale si rivolga prevalentemente ad un pubblico di bambini. Olre che dalla Regione Lazio il progetto e` supportato dal FEST- Federation for European Storytelling ed e` in corso di valutazione anche il contributo del fondo Europeo per il 2018 - anno del patrimonio culturale tradizionale.

Guarda il programma 

Condividi

Torna su