Stazzo del Pastore | Capanno d'osservazione | Orto didattico Caffarella | Dì Natura | Hortus Urbis | Sentiero Natura | Centro Recupero Fauna Selvatica | Asilo nel Bosco alla Casa del Parco | GiocarteLab

spazi espositivi 1 
Negli ultimi anni l'offerta didattica e ricreativa del territorio del Parco si è arricchita grazie alla creazione di spazi attrezzati tematici.
Alcune aree sono state realizzate e dall’ Ente Parco e sono gestite direttamente o sono state affidate ad associazioni o cooperative.
Altre come i Casali di Tor Fiscale sono state recuperate e aperte al pubblico dall’amministrazione Municipale.
Associazioni e cooperative animano tutto l’anno gli spazi realizzati e offrono servizi alle scuole, alle famiglie e ai cittadini più in generale.

Scopri il Programma stagionale di visite ed eventi per bambini e famiglie

 

Stazzo del Pastore

stazzo2stazzo3
stazzo1stazzo0

Lo Stazzo del Pastore che una volta si trovava nella valle della Caffarella è stato ricostruito in dimensioni ridotte, nella area verde della sede del Parco (via Appia Antica, 42/50). E’ visitabile tutti i giorni nell’orario di apertura dei cancelli esterni (sicuramente tra le 8.30 e le 18).
Lo Stazzo è stato progettato e realizzato dagli artisti artigiani Oscar e Riccardo Campagna è stato donato al Parco dall'Azienda Romana Mercati.
Nella tradizione della Campagna Romana lo stazzo (dal latino "statio") è il luogo di dimora del pastore col suo gregge, dove si svolge la sua attività a contatto con la natura e gli animali.
Lo stazzo è quindi casa, la capanna; ricovero per le pecore, il pagliaro; recinto di protezione del gregge stesso, mandre e capaturi.
All'interno di questo spazio più o meno ampio trovano posto il fienile, il gallinaro, la porcareccia e il ricovero degli animali da soma e da lavoro.
Su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. vengono attivati seminari di approfondimento per gli insegnanti e laboratori per bambini e ragazzi.
In occasione delle manifestazioni dedicate alla Campagna Romana lo Stazzo viene "animato" e per una giornata è possibile rivivere usi e costumi dei pastori.
Scarica brochure.

 

Capanno d'osservazione e stagno

stagno 1 stagno 4

Aperto al pubblico nel settembre 2007 si trova lungo il Sentiero dell'Acqua, presso l'area umida realizzata dall'Ente Parco nell'ambito del primo progetto di risanamento naturalistico della valle.
Il Capanno aperto tutti i giorni è il luogo adatto per cominciare ad avvicinarsi allo studio e all'osservazione degli uccelli.
Facilmente accessibile è fornito di pannelli informativi sulle specie presenti, che permettono anche ai "principianti" il loro riconoscimento.
Lo stagno ospita numerosi animali acquatici: germano reale, aironi cinerini e folaghe (tutti facilmente individuabili) ma anche uccelli come il martin pescatore(che ultimamente apprezza molto come zona di "caccia" la nostra area umida) o il più elusivo tarabusino che speriamo continui a far qui il suo nido.
Insomma portevi il binocolo e ne vedrete delle belle!
Per visite guidate: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per approfondire: Atlante degli uccelli nidificanti del Parco dell'Appia Antica


Orto didattico della Caffarella

orto didattico caffarella 1 orto didattico caffarella 2orto didattico caffarella 3 orto didattico caffarella 4

L'orto didattico della Valle della Caffarella è stato realizzato nell'ambito di uno dei progetti progetto di risanamento naturalistico della valle. Ha un'estensione di circa 0,5 ettari ed è situato tra via della Caffarella e la marrana sinistra.
L'idea è quella di mantenere viva la testimonianza dell'uso del suolo di questo territorio che, fin dai tempi dei romani aveva la funzione di rifornimento di frutta, verdura e foraggio per Roma. Nell'ambito di questo intervento è stata anche riprodotta una ruota a modioli per il rifornimento manuale di acqua ad uso irriguo.
L'orto è gestito dal Servizo Comunicazione ed Educazione ambientale del Parco in collaborazione con alcuni cittadini che ci hanno aiutato a mantenerlo vivo.
Vista la crescente richiesta di partecipazione entro novembre 2015 sarà pubblicato un Regolamento per la manutenzione e l'affidamento degli spazi. L'orto continuerà ad essere uno spazio didattico, un giardino condiviso da curare insieme, non sono quindi previsti affidamenti per qualsiasi altro scopo.
Per info scrivere a Servizio Comunicazione ed Educazione Ambientale.
Dal 20 settembre 2015 le attività domenicali con le famiglie di "O come Orto" si sono trasferite nel nuovo orto didattico della Casa del Parco.


Dì Natura: la discovery room del Parco

dinatura 1 dinatura 2dinatura 3 dinatura 4

Se vuoi toccare con mano la Natura del Parco ti aspettiamo a Dì Natura tutte le domeniche da febbraio a giugno e da settembre a dicembre, dalle 10 alle 17.
Entrerai in una discovery room dove attraverso isole didattico-percettive si potranno vivere esperienze legate alla natura e all'Archeologia del parco e non solo.
In esposizione decine di reperti, campioni naturalistici e archeologici da osservare, toccare e leggere.
All'area espositiva è affiancata un'area laboratori, l'Angolo del Naturalista, dove scuole e gruppi posso partecipare a percorsi di approfondimenti scientifico.
Dì Natura ospita Strap, un contenitore per la carta, installazione di arte e scienza sulla storia della carta e delle cartiere della Regione Lazio, progetto di Fernanda Pessolano/TI con Zero.
I laboratori di Strap "Tutti per un foglio" sono in programma tutte le domeniche. Le scuole possono scegliere tra varie proposte.
L'allestimento è stato realizzato all'80% con materiali di riuso ed è accessibile ai disabili.
Dì Natura è un progetto Parco Regionale Appia Antica e Taxa di Umberto Pessolano. I materiali naturalistici esposti sono di proprietà della Taxa. I reperti archeologici sono in custodia all'Ente Parco Regionale Appia Antica. L'allestimento e i relativi testi sono a cura del Servizio Comunicazione ed Educazione Ambientale in collaborazione con la Taxa.

I laboratori: Autunno 2016
Seguici su anche facebook



Hortus Urbis

urbis 1 urbis 2
urbis 4 urbis 3

È un giardino lungo l'antico Almone. Un orto antico romano che ospita attività ludiche e didattiche per i bambini di età da 3 in su e per i loro genitori.
Le attività hanno come fulcro centrale la natura, l'alimentazione e la cultura. Sono previsti moduli educativi in collaborazione con associazioni e gruppi attivi sul territorio: orto creativo, orto in tavola, musica nell'orto, orto da favola ed edible eating.
Sarà poi possibile mangiare sotto la pergola dell'orto e per chi lo desidera lavorare nell'orto o avere un momento di relax.

COSA
Per sapere le diverse attività consultare il calendario
QUANTO
Il costo delle attività, salvo eventi speciali, è di 8 euro (6 con Carta Amici)
QUANDO
Tutte le domeniche mattina a primavera e in autunno
DOVE
L'Hortus Urbis è nell'area verde dell'ex cartiera Latina in Via Appia Antica 42/50
COME
È preferibile prenotare, i posti sono limitati e sarà data preferenza a chi si prenoterà.

Guarda gli appuntamenti Autunno 2016

INFORMAZIONI: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.hortusurbis.it
facebook

Hortus Urbis è un progetto di Zappata Romana e del Parco Regionale dell' Appia Antica, è realizzato con l'adesione e il contributo di Orti Urbani Garbatella, Eutorto e di altri orti e giardini condivisi della città, associazioni e guerrilla gardeners romani.
Chiunque desideri dare contributi, collaborare o aderire può farlo contattando Zappata Romana. 

 
GiocarteLab

 casale didattico 2  Chagall  Casale museo teatro

A Tor Fiscale tra scampoli di verde salvati all’urbanizzazione selvaggia e rovine spettacolari, è possibile passare piacevoli giornate fatte di cultura, divertimento e cibo genuino.
Un luogo ideale per le famiglie e per le scuole. E dall'autunno 2015 il Casale Museo è diventato la sede di uno spazio laboratoriale e creativo, con proposte per ogni stagione dell'anno, gestito da GiocartèLab.

L'Estate Romana dei Bambini 2016


Sentiero Natura
Nel fondovalle della Caffarella si snoda il nuovo sentiero natura del Parco, realizzato grazie ai fondi POR 2007/2013.
Il sentiero è facilmente raggiungibile da tutti gli ingressi della valle.
Per i disabili motori consigliamo l'accesso dal cancello di via de Bildt che ha la pendenza minore.
Partendo idealmente dall'area umida e dal pioppeto si incontreranno 12 stazioni variamente attrezzate, alcune con veri e propri punti sosta altre con solo piccoli pannelli che presentano le alberature tipiche della valle della Caffarella.
Per visite guidate: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Centro Recupero Fauna Selvatica
centro fauna 0centro fauna 1centro fauna 3centro fauna 2

Il Centro Recupero Fauna Selvatica “Il Nostro Regno degli Animali” è un centro nato per contribuire in maniera diretta, attraverso l’intervento sulla fauna selvatica in difficoltà, e, in maniera indiretta, con la divulgazione didattico scientifica, alla tutela della biodiversità.
Presso il Centro, anche con il supporto del Servizio Guardiaparco, è stato immaginato un percorso di educazione ambientale che mira a sensibilizzare le nuove generazioni sulle tematiche della biodiversità.
Il percorso è articolato in tre zone: Fattoria Didattica, Animali selvatici autoctoni feriti o in difficoltà, Fauna esotica e autoctona consegnata dalle forze dell’ordine;
Un' esperienza formativa unica, nel cuore verde del Parco. Il centro si trova nella zona di Tor Carbone a pochi chilometri dalla via Appia Antica.L' ingresso al Centro è previsto solo ed esclusivamente nell'ambito delle attività didattiche.
Info visite didattiche: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Asilo nel Bosco alla Casa del Parco 

            asilo roma 07 230x230           Orto inaugurazione 2015 

 

La Casa del Parco è il luogo ideale per bambini, scuole e famiglie. La Humus offre una ricca offerta didattica ed educativa negli spazi esterni, come il grande orto e la ciclofficina o i laboratori didattici.
Ai tradizionali centri estivi si è aggiunto da quest'anno il progetto per i piccolissimi Asilo nel Bosco o Bosco Caffarella

Bosco Caffarella è un progetto educativo ambientale ispirato alla pedagogia dell’asilo nel bosco per bambini e bambine dai 3 ai 6 anni. 
Il percorso proposto ha lo scopo di accompagnare ogni bambina e ogni bambino nelle esperienze di crescita, ad acquisire abilità, conoscenze e capacità affettive e relazionali, a seguire percorsi equilibrati di socializzazione, ad acquisire autonomie e a superare difficoltà. I bambini vivranno la giornata a diretto contatto con la natura, avranno l’occasione per godere della semplicità e della bellezza del bosco e della ricchezza di esperienze educative che offre. L'obiettivo è imparare e crescere, in un contesto permeabile alla loro curiosità ed alla loro immaginazione con l'aiuto delle educatrici che li accompagneranno sostenendo i principi dell’autonomia e della creatività, punti cardine della pedagogia dell'asilo nel bosco. Flora e fauna, luce e sole, vento e pioggia saranno i centri di interesse di una sperimentazione del mondo naturale a contatto diretto con le creature viventi.


Sito internet: www.boscocaffarella.it

 

Condividi

Torna su