La campagna romana è una terra ricca di prodotti enogastronomici di altissimo livello, che sono il riflesso del territorio, di lavorazioni tradizionali e antica ritualità. Alcuni sono prodotti a denominazione d’origine, marchi riconosciuti a livello italiano ed europeo, altri veri e propri “gioielli” della tradizione contadina.
E poiché nel territorio romano a questi tesori del gusto si associano enormi ricchezze culturali, la creazione di itinerari enogastronomici rappresenta un vero e proprio strumento di tutela e forte attrazione turistica.

LogoEgeria

Fonte Egeria
 
Nota fin dall’antichità per le sue virtù terapeutiche l’acqua della Fonte Egeria, il cui nome è legato ad un’antica leggenda, dopo un lungo periodo di oblio tornò ad essere popolare nel secolo XVI, grazie al medico di Papa Gregorio VII e all’Abate Tommaso delle Valle, che ne parlò con entusiasmo nella sua Guida all’Acqua Santa.
Nel XVIII secolo cominciarono le prime analisi chimiche e la sorgente fu collegata alla città tramite due strade carrozzabili. Per tutta la prima metà del ‘900 la fonte continuò ad essere una delle mete preferite dei romani. Da 50 anni l’acqua della fonte Egeria è affidata alla gestione della Società Acqua Santa di Roma. È un’acqua medio-minerale ricca di sali minerali tra cui calcio, magnesio, potassio e fluoro.

Logo

Azienda Agricola Regina Viarum
L’azienda agricola Regina Viarum si estende su una superficie di quattro ettari nel cuore del Parco Archeologico dell’Appia Antica. Il terreno, originariamente e per cinque generazioni dedito alla pastorizia, come da tradizione dell’Agro Romano, è stato di recente convertito in un uliveto ed un orto. La raccolta manuale delle olive, le attenzioni prestate alle colture, il recupero delle competenze agrarie e la loro valorizzazione rappresentano le scelte dell'azienda.


logoriservacascina

Riserva della Cascina
Riserva della Cascina è una piccola azienda che nasce in famiglia: da sempre agricoltori, si dedicano esclusivamente alla viticoltura da quattro generazioni. La produzione biologica di vino rappresenta la fedele espressione del territorio: la natura vulcanica del suolo e la cura costante del vigneto garantiscono l'elevata qualità del prodotto. Unicità e genuinità sono le caratteristiche dei loro vini.

logofiorano

Tenuta di Fiorano
La Tenuta di Fiorano, proprietà del Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi, è ubicata a pochi chilometri dal centro di Roma, delimitata a est dall’Appia Antica e a nord da via di Fioranello dove si trova l'ingresso, al numero civico 19.
Nella proprietà si estendono i vigneti che conferiscono le uve per i vini Fiorano Rosso e Fiorano Bianco, e per i Fioranello Rosso e Bianco. La Tenuta ospita inoltre una parte impiantata a uliveto, alcune importanti strutture agricole che testimoniano la storica vocazione della Tenuta all’allevamento di bestiame e seminativi di vario genere.
Le arnie continuano a fornire il miele, dando la possibilità alle api di nutrirsi in un ambiente incontaminato e il piccolo borgo elegante e sobrio di Santa Fresca, cuore dell’azienda, che ospita manifestazioni artistiche, mostre d’arte ed è ben organizzato per convegni e ricevimenti.

logo fiorano

Fattoria di Fiorano
A pochi passi dal centro di Roma, sull’Appia Antica, c'è la Fattoria di Fiorano. Un luogo ricco di storia, dove il rispetto per la natura e l'amore per il vino si fondono armoniosamente.
Il Principe Alberico Boncompagni Ludovisi fu il primo a credere in questo luogo, in questa terra tanto ricca da rendere il suo vino tra i più apprezzati in Italia e nel mondo. A distanza di anni dalla sua scomparsa le sue tre nipoti hanno ripreso il progetto del nonno regalandogli nuova vita.
Il ristorante biologico L'Orto di Alberico trova spazio nell'inedita campagna della Fattoria di Fiorano ed è una dedica al Principe Alberico Boncompagni Ludovisi, voluta dalle tre nipoti eredi dell'azienda vinicola. La proposta gastronomica è in perfetta sintonia con il vino d'eccellenza prodotto alla Fattoria ed è ispirata dal raccolto settimanale nell'orto, a soli 20 metri dalla cucina.



Condividi

Torna su